Sito web multilingua: cinque buone regole da seguire per realizzarlo

by admin
siti multilingua

Un sito web multilingua consente al navigatore di poter leggerne i contenuti in base al suo Paese di provenienza. Questa caratteristica non deve essere presente in ogni sito web ma solo in quelli che si rivolgono ad utenti che parlano lingue differenti.

Siti web multilingua: perché affidarsi ad un professionista?

Ci riferiamo ai portali turistici o agli e-commerce internazionali che, avendo a che fare con clientela proveniente da ogni parte del mondo, non possono dare per scontato che tutti conoscano l’italiano. Realizzare un sito web multilingua non è facilissimo, soprattutto per chi non dispone di budget sostanziosi. Lo diciamo perché le traduzioni professionali hanno un costo elevato e, in questi casi, il fai-da-te si rivela più dannoso di quanto si creda. Ecco perché abbiamo stilato una lista di regole da tenere sempre presenti nella realizzazione di un sito web multilingua, valide anche per chi desidera fare da sé.

1. Mai affidarsi alle traduzioni automatiche per risparmiare soldi

Le traduzioni automatiche non tengono conto del contesto. Solo nella nostra lingua i significati di una sola parola possono variare e stravolgere il significato di un intero concetto, per cui immagina come questo possa ripercuotersi sul senso di una traduzione improvvisata. WordPress è una piattaforma davvero straordinaria per la realizzazione di siti web, dal momento che moltissimi siti famosi sono realizzati con questo CMS. Il punto è che su questa piattaforma si possono utilizzare Plugin gratuiti che traducono le pagine del tuo sito in maniera automatica. Ebbene l’effetto è a dir poco pessimo perché presentare testi scritti male e tradotti peggio è il modo più veloce per dire addio ad un potenziale cliente.

2. Scegliere con cura quali lingue deve ospitare il sito web

Il sito web multilingua non deve contenere traduzioni di tutti gli idiomi del mondo perché sarebbe sforzo di lavoro complicato e costoso. Se però hai una strategia di marketing ben definita saprai anche chi sono i tuoi potenziali clienti e che lingua essi parlano. Alcuni siti web dei trasporti pubblici delle principali capitali europee, per esempio, non offrono traduzioni in tutte le lingue ma solo di quelle parlate da un numero maggiore di persone. Sul sito web della città di Budapest, per esempio, l’italiano non è contemplato. Quando però si attiva la traduzione automatica offerta dal browser di navigazione, il risultato è davvero esilarante.

3. Il sito web multilingua non è un capriccio

Questo punto si collega al precedente. Realizzare un buon sito web multilingua è costoso e richiede la scelta di affidarsi solo a figure altamente specializzate. Se non è strettamente necessario è preferibile non aggiungere questa caratteristica. Perché lo diciamo? Perché il marketing, in tutte le sue forme, non deve essere interpretato come una spesa a fondo perduto ma come un investimento utile a maggiorare i nostri guadagni. In caso contrario significa che stiamo sbagliando qualcosa.

4. La SEO in tutte le lingue

Se realizzi un sito web multilingua non puoi dimenticare la SEO che ne consegue. La ricerca della miglior strategia passa anche per gli usi e i costumi che caratterizzano una lingua straniera e questo è un lavoro davvero complicato ed impegnativo. Ecco perché devi rivolgerti sempre e solo a professionisti comprovati e a linkbuilding agency preparate ad affrontare questo tipo di necessità. Lo slang, il dialetto, le tendenze di un altro Paese non sono argomenti su cui si può improvvisare.

5. Non dimentichiamo l’user experience

Eccoci giunti all’ultima regola d’oro per la realizzazione di un buon sito web multilingua. L’user experience oggi è evoluta al punto che sono emerse nuove figure professionali, ovvero gli UX designer. Questi professionisti lavorano affinché spazi, colori, parole e immagini creino un prodotto web di facile comprensione e di fluida navigazione. Se tradurre le pagine di un sito web diventa difficile per il navigante, stai certo che abbandonerà la pagina e si rivolgerà ad un competitor più accurato di te.

Articoli collegati

Leave a Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.