I professionisti del Poker Texas Hold’em

by Lorenzo
poker

Il poker è uno dei giochi di carte più conosciuti e amati e negli ultimi anni la sua variante texana ha appassionato un crescente numero di giocatori, a tutti i livelli. I siti e le app per giocare a Poker Texas Hold’em ormai praticamente non si contano più e cresce di continuo anche il numero di persone che aspirano a vivere con il poker, diventando giocatori professionisti. Il giocatore di poker può diventare un vero e proprio lavoro, ma non è facile riuscirci, chi gioca a certi livelli è come un atleta che oltre ad una buona dose di talento dovrà allenarsi e impegnarsi di continuo. Vediamo quindi quali caratteristiche deve avere un giocatore per poter diventare un professionista e quanto può guadagnare se alla fine ci riesce.

Come si diventa un professionista del poker

Come hanno iniziato i grandi campioni di oggi? Come si diventa dei giocatori di poker professionisti? Come si può trasformare una passione in un lavoro? Sono domande che si fanno veramente in molti, cerchiamo di dare qualche risposta.

I giocatori di poker professionisti spesso parlano della notevole libertà che giocare per vivere concede loro, ma questo non significa che non abbiano un approccio da professionisti nel proprio lavoro. Alcuni dei migliori giocatori di poker al mondo sono veramente molto disciplinati nel loro approccio quotidiano al poker, studiando e giocando (quindi allenandosi) per tante ore ogni giorno.

Se si aspira a diventare dei professionisti, la prima cosa da fare sarà senza dubbio studiare molto bene le regole del poker e le dinamiche del Poker Texas Hold’em, così come le funzioni delle più note piattaforma per giocare online. Bisognerà partire con i piedi ben piantati per terra, perdere la testa è facile, bisogna invece essere molto concreti e realistici, quindi anche consapevoli dei propri limiti. Un buon consiglio è darsi un periodo di prova e un budget, se dopo tanto studio e allenamento non si riesce ad avere la soddisfazione nei tempi e modi che avevamo prefissato, sarà il caso di cambiare strada. Potremo continuare a giocare se ci piace il poker, ma probabilmente non abbiamo le caratteristiche per diventare dei professionisti del gioco.

Quanto guadagna un giocatore professionista di Poker Texas Hold’em

Quanto guadagna un giocatore professionista di Poker Texas Hold’em? Ecco un’altra domanda che molti si pongono. Su tutti i siti di poker più apprezzati, spesso si organizzano tornei con montepremi interessanti e incrociando qualche dato non è difficile capire come i giocatori professionisti si portano a casa cifre veramente interessanti. Non solo chi vince i tornei guadagna molto, ma anche chi si piazza, non necessariamente tra i primi, può accumulare torneo dopo torneo, cifre non trascurabili. Può sembrare un gioco, un modo facile per fare tanti soldi, ma non è per nulla così. Non tutti hanno la stoffa dei campioni, ma neppure dei giocatori professionisti.

In Italia un bravo giocatore di poker professionista può facilmente guadagnare 100.000 euro netti l’anno, ma se si gioca all’estero le cifre si moltiplicano. Online ci sono molti tornei con buy-in anche solo di 1 dollaro, che permettono di vincere 2 o 3.000 dollari. Giocando circa 40 ore a settimana si potranno guadagnare in un anno circa 40.000 dollari.

Se poi parliamo dei grandi campioni, riconosciuti a livello internazionale e che oltre alle vincite, guadagnano con sponsorizzazioni, corsi, libri, ecc. Ecco che le cifre cambiano molto e possono andare dai 10 ai 30 milioni di dollari l’anno. Questo fa capire quanto sia ricco il settore.

I maggiori torni ed eventi di Poker

Molti grandi campioni hanno iniziato il loro percorso da professionisti nel mondo del poker partecipando ad importanti eventi live o online. Tra i tornei più noti ci sono: WSOP – World Series Of Poker, EPT – European Poker Tour, APPT – Asia Pacific Poker Tour, BSOP – Brazilian Series of Poker.

Questi come altri eventi prevedono in genere una fase di qualificazione, che spesso si svolge online. Alcuni tornei hanno un buy-in impegnativo, ma in molti casi si parla di cifre assolutamente abbordabili.

In realtà per come sono strutturati la gran parte dei tornei, possiamo dire che sono eventi decisamente democratici. Chiunque se è bravo e anche un po’ fortunato può qualificarsi e perfino arrivare in finale. Non significa certo che sia facile, ma è possibile e in passato è capitato più volte che giocatori semi sconosciuti abbiano ottenuto enormi soddisfazioni, iniziando carriere di livello, proprio con la partecipazione ad un evento nazionale o internazionale.

I migliori professionisti italiani del poker

Chi sono i giocatori di poker professionisti più vincenti d’Italia? Si potrebbero fare parecchi nomi, eccone alcuni che senza dubbio vale la pena di citare.

Dario Sammartino è tra i giocatori più vincenti di sempre nel poker live, ha ottenuto importanti piazzamenti alle World Series of Poker e in altri eventi internazionali, accumulando vincite per diversi milioni di dollari. Mustapha Kanit è nativo di Carpi e ha avuto anni piuttosto altalenanti, ma ha comunque vinto più di 10 milioni e questo certo non è da tutti, si tratta di un professionista che sta di diritto nel gota del poker italiano e internazionale. Max Pescatori è un poker pro milanese assiduo frequentatore delle WSOP, tra i suoi punti di forza la capacità di approcciarsi in modo vincente a diverse varianti del poker. In carriera ha vinto circa 5 milioni. Filippo Candio è un giocatore sardo salito alla ribalta con il quarto posto al Main Event WSOP di una decina di anni fa, da allora ha giocato soprattutto online e in tutto ha incassato circa 3,5 milioni.

A poker giocano con successo uomini e donne di tutte le età e le estrazioni sociali e provenienze. Ci sono ragazzi molto giovani, ma anche giocatori esperti, si tratta di un mondo molto variegato, che offre opportunità a chiunque sappia coglierle e abbia le doti necessarie per riuscirci al meglio.

Articoli collegati

Leave a Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.