Cos’è Google Hangout? Come utilizzarlo 2017

google hangout

Molti utenti ancora oggi non sanno cos’è Google Hangout. La parola tradotta dall’inglese all’italiano, sta per “luogo di incontri”.

Con la tecnologia sempre più all’avanguardia, anche le applicazioni (soprattutto quelle dedicate alla chat) aumentano a dismisura.

Infatti una delle novità è proprio Hangout, quest’ultima permette di poter fare conferenze e videochiamate fino a 10 persone contemporaneamente.

Come funziona Google Hangout?

Il funzionamento di Google Hangout è molto semplice, prima di tutto bisogna creare un account Google Plus gratuitamente.

Per iniziare ad utilizzare Hangout bisognerà cliccare sull’icona dedicata, che troverai una volta avuto accesso al profilo di G+. La voce sarà sulla barra in alto a destra.

Dovrai cliccare a questo punto “Apri Hangout”, ora non resta altro che invitare le persone con cui vuoi iniziare la conferenza. Al suo interno si potranno introdurre video, foto, documenti e tutto ciò che è condivisibile.

Hangout e YouTube

Da un po’ di tempo è possibile iniziare una diretta su YouTube attraverso Google Hangout. Per farlo però necessiti di iscriverti e aprire un account sul famoso tubo rosso.

Una volta eseguita l’iscrizione anche su YouTube, come ultimo step Google desidera il numero di telefono in quanto così facendo riesce a collegare entrambi gli account.

Quanto costa Hangout?

Utilizzare Google Hangout è assolutamente gratuito. L’installazione avviene in tutti i device Android ed anche possibilità di utilizzarlo sul desktop.

Sia la chat che le chiamate non prevedono alcun costo, motivo per cui è molto vantaggioso utilizzarlo da PC per sentire parenti o amicizie lontane. L’unica eccezione la fanno alcuni paesi, che richiedono un costo aggiuntivo per la chiamata.

Funzioni da utilizzare

Se hai fatto il download di Hangout e vuoi già iniziare ad utilizzarlo, non puoi non essere al corrente delle sue funzioni:

  • Chat: un’ottima alternativa agli SMS, che tra l’altro ormai non vengono più utilizzati. Puoi parlare con una o più persone, anche contemporaneamente.
  • Videochiamata: anche in questo caso è possibile avviare un video fino ad un massimo dieci persone in una sola stanza.
  • Chiamata: si può telefonare sia sui cellulari che sui telefoni, la funzione è valida anche se si usa dal PC, l’interlocutore infatti riceverà la chiamata sul proprio telefono fisso o cellulare.
  • Broadcasting: come accennato in precedenza, si può fare una diretta sia sul profilo G+ che su YouTube. Per chi se la fosse persona, il video rimane in registrazione sul canale.
  • Effetti speciali: si possono integrare ai video degli effetti come ad esempio gli applausi del pubblico, in modo tale da aumentare le interazioni e permettere alla gente di vedere il video con più piacere.

Prima di una qualsiasi installazione è sempre importante installare un antivirus per evitare che il device possa esser infettato.

Così come accade su Whatsapp, se per un motivo ben preciso l’utente vuole evitare di mostrare l’ultimo accesso, con gli ultimi aggiornamenti adesso è possibile farlo senza problemi.

Hangout nel 2017 sembrerebbe in via d’estinzione, infatti sono molto meno gli utenti che lo utilizzano. Questo perché in pole position tra le applicazioni di messaggistica più utilizzate, troviamo:

  • Whatsapp;
  • Telegram;
  • Skype;

Tutte e tre hanno più o meno le stesse funzionalità, una delle poche cose che cambia è la qualità delle chiamate. Inizialmente su Whatsapp la chiamata si sentiva davvero male, con gli ultimi update si è migliorato questo aspetto.

Skype e Hangout nascono proprio con l’intento di utilizzare videochiamate e chiamate sui telefoni fissi e cellulari, di conseguenza sono app destinate ad uso ben specifico.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Copyright Wikocard 2017
Tech Nerd theme designed by Siteturner